Il grano di Solina tra i tesori del gusto

La Solina è una varietà di frumento tipica dell’area aquilana del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. E’ un prodotto agricolo tradizionale della nostra terra, un grano molto rustico e resistente alle temperature rigide, coltivabile anche su terreni poco fertili, particolarmente adatto alla coltivazione con i metodi dell’agricoltura biologica.

Ad Expo 2015, in occasione della recente Giornata Internazionale della Montagna proclamata dall’Onu, il grando si Solina è stato inserito in un elenco di dieci prodotti provenienti dalle montagne di tutto il mondo, considerati veri e propri tesori rari, che quando arrivano sulla tavola hanno un gusto tutto speciale. Prodotti difficili da reperire, che richiedono la dedizione e l’impegno di produttori che hanno scelto di percorrere la strada più difficile, che spesso però è anche quella che dà maggiori soddisfazioni.

“La presenza nella nostra regione è attestata da documenti storici risalenti al 1500; la Solina è un frumento tenero tipico delle montagne abruzzesi coltivato sino ad oggi nonostante le rese non elevatissime, per le particolari caratteristiche di sapore e profumo che conferisce al pane, pasta e dolci con esso prodotto. Ancora oggi in tutto l’Abruzzo interno quando si parla di grano s’intende la Solina. Diversi proverbi testimoniano la stretta connessione tra questa varietà e la vita del popolo abruzzese come il detto: la Solina è la mamma di tutti i grani” (gransassolagapark.it)

Altri articoli in questa categoria

Altri articoli dello stesso autore

rss Sottoscrivi il feed di questo autore

Taggato come: , , , , , ,